Navigation

Bp promette, mai estrazione petrolio in siti Unesco

Un impegno per non rovinare il pianeta. KEYSTONE/EPA/SERGEI ILNITSKY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 giugno 2020 - 13:00
(Keystone-ATS)

Uno dei giganti dell'energia, Bp, ha annunciato che si asterrà dall'intraprendere nuove attività di esplorazione o sfruttamento di petrolio e gas nei siti patrimonio mondiale dell'Unesco.

Lo annuncia l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura dopo l'impegno assunto dal Ceo di Bp, Bernard Looney.

L'azienda ha inoltre accettato di consultare l'Unesco nel caso in cui prenda in considerazione progetti di estrazione in zone cuscinetto o in altre aree adiacenti ai siti del patrimonio mondiale. Bp si è inoltre impegnata ad evitare altre attività che potrebbero influire sul valore o sull'integrità delle proprietà del Patrimonio Mondiale.

"Con l'impegno di Bp, un altro leader mondiale nel settore petrolifero e del gas riconosce che ci sono posti sulla Terra che dovrebbero essere protetti dall'impatto delle attività estrattive a causa della loro importanza globale. I siti patrimonio dell'umanità sono luoghi, riconosciuti come unici e di eccezionale valore universale in conformità con la Convenzione del Patrimonio Mondiale", ha dichiarato Mechtild Rassler, direttore del Centro del Patrimonio Mondiale Unesco.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.