Navigation

Bp riprova, nuovo tappo per chiudere pozzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 luglio 2010 - 09:24
(Keystone-ATS)

NEW YORK - La Bp ha avviato le operazioni per sostituire il tappo del pozzo che continua a inquinare il Golfo del Messico con un nuovo cappuccio più sofisticato ed efficiente, in grado - se tutto andrà bene - di arginare totalmente il flusso di greggio.
Uno dei responsabili della Bp, Kent Wells, ha spiegato che ci vorranno tra i 4 e i 7 giorni per sistemare il nuovo cappuccio e farlo funzionare, ma nel frattempo il greggio riprenderà a fuoruscire come all'inizio, fino a 60 mila barili al giorno, non essendoci più alcun tappo a fermare il flusso, ininterrotto da 82 giorni.
Il nuovo tappo, munito di diversi attacchi, offrirà la possibilità di recuperare fino a 80 mila barili di greggio al giorno. Le perdite del pozzo della Deepwater Horizon, la piattaforma andata distrutta il 20 aprile provocando la morte di 11 operai, sono stimate tra i 35 e i 60 mila barili quotidiani.
Se l'operazione non andasse in porto come previsto, verrà rimesso un tappo simile a quello attuale, ma migliorato, ha spiegato Wells, confermando che il pozzo alternativo, quello che dovrebbe chiudere definitivamente quello del dramma, è ormai quasi pronto. L'obiettivo è di farlo entrare in funzione alla fine del mese, ma forse si dovrà aspettare agosto, essendo i dettagli lunghi e difficili da mettere a punto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.