Tutte le notizie in breve

In Brasile oltre tremila tir sono da quasi tre settimane intrappolati nel fango di un'autostrada sterrata in piena Amazzonia.

Ciò impedisce ai carichi composti di tonnellate di soia - di cui il Brasile è il secondo produttore al mondo, dopo gli Usa - di raggiungere i porti della regione nord per la distribuzione nel resto del Paese.

La fila di camion è impressionante: sono migliaia in coda per almeno 40 chilometri lungo la BR-163, che collega la capitale del Mato Grosso, Cuiabà, allo scalo fluviale di Santarem, nel Parà.

Il ministero dell'integrazione nazionale ha autorizzato la consegna di viveri agli autotrasportatori rimasti bloccati nella zona.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve