Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In futuro, anche gli insetti potrebbero entrare a far parte della dieta brasiliana. È quanto si augura un'azienda locale, la 'Nutrinsecta', specializzata nella "produzione" di grilli, scarafaggi e mosche.

L'impresa ha chiesto l'autorizzazione al governo e aspetta adesso il via libera del ministero dell'Agricoltura per poter offrire il singolare menù alla popolazione. Secondo i produttori, la consumazione di insetti è in grado di fornire all'organismo umano la quantità ideale di proteine, oltre ad essere estremamente nutritivi.

Recenti studi della Fao hanno peraltro rivelato che nel 2020 gli insetti potrebbero essere realmente serviti nel piatto delle famiglie, per compensare la scarsità di proteine animali.

"La barriera culturale è ancora grande, ma un giorno verrà superata", ha garantito il fondatore di 'Nutrinsecta', Luiz Possas. Nella sua fabbrica di Betim, nello Stato di Minas Gerais, l'imprenditore ha intanto già montato uno stand per la degustazione degli insetti, che sono cucinati fritti, mescolati con gli spaghetti. Come dessert, la proposta è invece quella di grilli coperti di cioccolato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS