Navigation

Brasile: Bolsonaro lascia il Psl per fondare nuovo partito

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro. KEYSTONE/AP/ERALDO PERES sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2019 - 14:03
(Keystone-ATS)

Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha annunciato la sua uscita dal Partito social-liberale (Psl, di estrema destra), con il quale aveva vinto le elezioni di ottobre 2018, e la creazione di una sua nuova formazione politica, chiamata Alleanza per il Brasile.

In un messaggio sui social, il capo dello Stato ha ringraziato "tutti coloro che hanno collaborato" con lui nel Psl e che sono stati "partner alle elezioni del 2018".

Il presidente della Repubblica da settimane si trovava in disaccordo con il leader del Psl, il deputato Luciano Bivar, e all'inizio di ottobre aveva persino detto a un sostenitore che dimenticasse il partito. L'Alleanza per il Brasile, la nona formazione politica nella traiettoria di Bolsonaro, dovrà raccogliere 500'000 firme in almeno nove Stati per essere riconosciuta come partito.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.