Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Corsa contro il tempo in Brasile per salvare i pesci del Rio Doce: il fiume, che bagna gli stati di Minas Gerais e Espirito Santo, è stato inquinato dallo tsunami di fango provocato la settimana scorsa dal cedimento di 2 dighe di una miniera nella regione di Mariana.

L'operazione, denominata "Arca di Noè" conterà sulla partecipazione di pescatori specializzati e associazioni ambientaliste, con l'obiettivo di evitare l'estinzione del 100% delle specie che abitano il corso d'acqua.

Ieri anche la presidente della Repubblica, Dilma Rousseff, ha sorvolato l'area del disastro, che finora ha lasciato un bilancio di nove morti, 19 dispersi e 600 sfollati.

Il capo di Stato ha garantito che l'impresa proprietaria della miniera, Samarco, riceverà una multa iniziale di 250 milioni di reais (oltre 66 milioni di franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS