Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si accentua la spaccatura nel governo brasiliano: il ministro dell'Istruzione, Cid Gomes, ha rassegnato le dimissioni al termine di dichiarazioni rese alla Camera dei deputati e giudicate "offensive" nei confronti di alcuni esponenti della maggioranza.

Gomes era stato convocato in Parlamento per spiegare un suo intervento di alcuni giorni fa a Belem: nell'occasione, il ministro aveva accusato circa "300 deputati" di volere "indebolire il governo per trarne profitto" personale.

Dopo essersi scusato in aula, Gomes è però tornato a elevare i toni, rivolgendo le critiche in particolare contro il presidente della Camera, Eduardo Cunha, esponente del Pmdb (Partito del movimento democratico brasiliano), il maggior partner della coalizione di governo e uno dei partiti più potenti nel Congresso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS