Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva sarà interrogato il prossimo 17 febbraio dai magistrati che indagano su un giro di presunte tangenti pagate a politici dal colosso petrolifero statale Petrobras.

È la prima volta che Lula viene chiamato a deporre in veste di indagato. Il pm di San Paolo Cassio Conerino ha convocato anche la moglie dell'ex capo di stato, Marisa Leticia, di origini italiane.

La procura sospetta che Lula e sua moglie siano i reali proprietari di un attico di lusso a Guarujà, sulla costa di San Paolo, intestato all'impresa di costruzioni Oas, coinvolta nell'inchiesta 'Lava Jato', che ha già portato in carcere politici, manager, imprenditori e faccendieri.

Lula ha ripetutamente smentito di essere il proprietario dell'appartamento ma ha ammesso che in passato gliene era stato proposto l'acquisto. Gli investigatori sostengono invece che l'attico su tre livelli di 216 mq è stato arredato su dirette indicazioni della moglie dell'ex presidente. Nei giorni scorsi, Lula si è difeso dalle accuse di corruzione affermando pubblicamente che "al mondo non c'è anima viva più onesta" di lui.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS