Navigation

Brasile: corruzione, ministro sport presenta dimissioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 ottobre 2011 - 07:44
(Keystone-ATS)

Il ministro dello Sport brasiliano, Orlando Silva, ha presentato le proprie dimissioni alla presidente del Brasile, Dilma Rousseff. Lo rendono noto i principali media brasiliani, precisando che la notizia è stata confermata anche dal segretario generale della Presidenza della Repubblica, Gilberto Carvalho.

Orlando è accusato di aver destinato fondi pubblici al proprio partito, il Partito comunista (PC do B). Si tratta del sesto ministro a lasciare il governo in dieci mesi dall'inizio del mandato della Rousseff: di questi, cinque sono caduti in seguito a scandali di corruzione sollevati dalla stampa locale.

Ad influire sulle dimissioni di Orlando - che nei giorni scorsi era stato confermato al comando del dicastero dalla stessa presidente Dilma - sarebbe stata la decisione del Supremo Tribunal Federal (la Corte costituzionale brasiliana), ieri, di aprire un'inchiesta per far luce sulle accuse a carico dell'ex ministro dello Sport.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?