Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La recessione in corso in Brasile si è abbattuta con forza sull'occupazione: nel 2015, il gigante sudamericano ha perso 1,5 milioni di posti di lavoro, secondo il Rapporto annuale di informazioni sociali (Rais) divulgato dal ministero del lavoro.

Si tratta del peggior risultato dal 1985, quando iniziarono ad essere esaminate le statistiche al riguardo.

È anche la prima volta dal 1992 che il Paese accumula perdita di impiego nel mercato del lavoro regolare.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS