Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia federale brasiliana ha perquisito le case di Brasilia e Rio de Janeiro del presidente della Camera dei deputati, Eduardo Cunha, indagato per corruzione e riciclaggio di denaro.

Nell'ambito dell'inchiesta "Lava Jato", riguardante un vasto schema di tangenti dentro il colosso statale del petrolio Petrobras, le forze dell'ordine hanno compiuto altri provvedimenti anche nelle residenze di altri deputati, senatori e dei ministri Celso Pansera (Scienza e Tecnologia) ed Eduardo Alves (Turismo).

Intanto, due mesi dopo aver ricevuto la prima denuncia, il Consiglio di etica della Camera dei deputati di Brasilia ha deciso di proseguire il processo contro il presidente della Camera, accusato di "condotta incompatibile con il decoro parlamentare": per 11 voti a 9 è stato approvato il parere del nuovo relatore del caso, Marcos Rogerio, che si è espresso a favore della continuità dell'azione.

Cunha è sotto indagine della magistratura, sospettato di aver ricevuto tangenti frutto dello schema di corruzione dentro Petrobras e di nascondere conti bancari in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS