Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tensione altissima in un carcere brasiliano, dove da oltre 24 ore è in corso una rivolta provocata dai prigionieri: quattro detenuti sono stati uccisi (tra loro due decapitati) e due guardie sono state prese in ostaggio. Non si hanno informazioni sul loro stato di salute.

La ribellione è avvenuta nel Penitenziario Estadual de Cascavel (PEC) del Paraná, uno Stato nel sud del Brasile, dove ci sono circa 1.200 detenuti.

I rivoltosi - che esigono visite meno rigorose, maggiore dialogo con la direzione carceraria e pasti di migliore qualità - controllano il 60% dell'edificio e sono arrivati fino al tetto. Qui sono stati bruciati materassi ed è anche stata alzata la bandiera di una nota fazione criminale.

I negoziati tra le autorità penitenziarie e i rivoltosi sono ripresi in mattinata, ha reso noto la Segreteria di giustizia, cittadinanza e diritti umani del Paraná (SEJU).

La situazione delle carceri nel colosso sudamericano è esplosiva. Il sovraffollamento ha raggiunto livelli enormi. A fronte di 548 mila detenuti, il Paese avrebbe bisogno di altri 207 mila posti, sostiene l'Ong Conectas.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS