Navigation

Brasile: sale a 13 morti bilancio incendio ospedale a Rio

L'ospedale andato in fiamme. KEYSTONE/AP/LEO CORREA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 settembre 2019 - 17:39
(Keystone-ATS)

Con la morte di altri due pazienti è salito a 13 morti il bilancio di vittime dell'incendio che è scoppiato lo scorso 12 settembre in un ospedale privato nel quartiere di Tijuca, nella zona nord di Rio de Janeiro.

Lo rendono noto i media locali, citando fonti ufficiali. Nelle ore seguenti all'incendio, causato apparentemente da un corto circuito elettrico, i pompieri di Rio hanno estratto i corpi di 11 pazienti dall'ospedale Badim, e nelle ultime 24 ore altri due pazienti, ambedue anziani ricoverati in altri ospedali della città carioca, sono morti a causa dell'inalazione di sostanze tossiche. Altri 56 pazienti sono ancora sotto osservazione a causa dell'effetto del fumo che ha invaso la struttura.

Famigliari delle vittime hanno detto ai media che stanno valutando la possibilità di denunciare alla giustizia la Rede D'Or, la catena di ospedali privati a cui appartiene il Badim, che accusano di non aver disposto le necessarie misure di sicurezza antincendio - come rilevatori di fumo o uscite di emergenza - e di essere stata negligente nell'assistenza ai pazienti che hanno sofferto le conseguenze del disastro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.