Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Brasile ha fatto registrare il numero record di 56'337 omicidi nel 2012, il tasso più elevato dal 1980. I dati - divulgati oggi dal quotidiano 'O Globo' - sono stati tratti dalla nuova versione della 'Mappa della violenza', che verrà lanciata nelle prossime settimane.

In base allo studio, il numero di persone assassinate nel Paese sudamericano è aumentato del 7,9% nel 2012 rispetto al 2011. Nello stesso periodo, il tasso di omicidi è arrivato a quota 29 ogni 100 mila abitanti. Secondo le statistiche, negli ultimi dieci anni l'indice è salito del 2,1%.

SDA-ATS