Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dimissioni dell'ambasciatore britannico a Bruxelles

KEYSTONE/AP/GEERT VANDEN WIJNGAERT

(sda-ats)

L'ambasciatore britannico a Bruxelles ha rassegnato a sorpresa le dimissioni a pochi mesi dall'inizio dei negoziati sulla Brexit. Lo riportano i principali media britannici.

Secondo il Financial Times, Sir Ivan Rogers, che avrebbe svolto un ruolo cruciale nelle trattative tra Regno Unito e Ue, avrebbe lasciato il suo posto per via di tensioni con Downing Street.

Sir Rogers non ha spiegato le ragioni delle sue dimissioni a sorpresa ma fonti a lui vicine riferiscono al Financial Times che l'ambasciatore avrebbe sminuito l'importanza del gesto parlando di una semplice anticipazione rispetto alla fine del suo incarico prevista a novembre.

Ex consigliere del premier conservatore David Cameron durante i negoziati con Bruxelles prima del referendum sulla Brexit, l'ambasciatore ha sempre avuto un buon rapporto con Theresa May ma non con alcuni membri del suo staff.

Tra questi e Sir Rogers negli ultimi mesi la tensione sarebbe salita fino ad esplodere con la diffusione, lo scorso dicembre da parte della Bbc, di una conversazione segreta tra l'ambasciatore e la premier nella quale egli insinuava che ci sarebbero voluti dieci anni per negoziare un accordo commerciale tra Londra e Bruxelles compatibile con l'uscita dall'Ue. Fuga di notizie che ha scatenato la stampa britannica pro-Brexit e provocato una serie di attacchi contro Sir Rogers.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS