Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

E' destinato a chiudersi intorno a mezzanotte il dibattito "fiume" in corso alla Camera dei Lord sulla proposta di legge per attivare la Brexit. Si sono iscritti a parlare quasi 200 membri della Camera Alta e non è previsto un voto al termine della discussione.

Al termine si apre la fase cruciale del passaggio istituzionale, con la presa in esame degli emendamenti al provvedimento del governo conservatore per arrivare ai negoziati sul divorzio con Bruxelles.

I Lord chiedono garanzie sui cittadini Ue residenti nel Paese e sugli "expat" britannici che vivono nel continente ma soprattutto un impegno per un nuovo voto formale in parlamento sull'esito delle trattative. Sebbene i conservatori non dispongano di una maggioranza, non ci dovrebbero essere imprevisti lungo il cammino finale.

Oggi si sono confrontati due ex cancellieri dello Scacchiere. Per il Tory Norman Lamont è "dovere" anche per i sostenitori del Remain non opporsi alla legge. Per il laburista Alistair Darling, invece, i pari non devono concedere "un assegno in bianco" all'esecutivo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS