Tutte le notizie in breve

Il ministro per la Brexit David Davis

KEYSTONE/EPA/ANDY RAIN

(sda-ats)

Alcuni parti del manifesto elettorale dei conservatori britannici dovranno essere "tagliate" dal programma di governo dopo il flop alle elezioni dell'8 giugno.

Ad ammetterlo è il ministro per la Brexit David Davis, uno dei cinque big riconfermati nell'esecutivo di Theresa May. Parlando con la Bbc radio, Davis ha spiegato che i Tories "hanno avuto delle indicazioni dal popolo britannico che non possono essere ignorate".

Questo vuol dire, ha aggiunto, "che alcune parti del programma saranno tagliate..". Alla domanda se tra queste ci fosse la ormai famigerata 'tassa sulla demenza' il ministro per la Brexit ha ribattuto: "Non mi metterò a tagliare il programma in diretta". "La gente ha preso una decisione e dobbiamo rispettarla, siamo democratici", ha concluso.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve