Navigation

Brexit: i 27 danno il loro endorsement all'accordo

Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk (in centro) KEYSTONE/AP/VIRGINIA MAYO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2019 - 18:54
(Keystone-ATS)

È finita la discussione dei 27 leader Ue sulla Brexit. Il dibattito è terminato con l'adozione delle conclusioni circolate, in cui i capi di Stato e di governo danno il loro endorsement all'accordo raggiunto.

E "approvano" la dichiarazione politica sulle relazioni future.

Sulla Brexit "sembra che siamo vicini all'ultimo miglio. Ora aspettiamo i voti dei Parlamenti", ha detto il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, annunciando l'endorsement dei 27 leader dell'Ue.

Personalmente Tusk ha poi aggiunto: "Sono triste, perché sarò sempre un 'remainer'. Se un giorno i britannici decideranno di tornare, le nostre porte saranno aperte".

In tarda mattinata il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker aveva dichiarato che un accordo tra la Gran Bretagna e l'Ue sulla Brexit era stato trovato. Il premier britannico, Boris Johnson, aveva confermato a sua volta il raggiungimento di una nuova intesa che dovrebbe consentire un "distacco" ordinato di Londra dall'Unione europea.

"Dove c'è volontà c'è accordo e noi lo abbiamo", aveva twittato Juncker. È un accordo "bilanciato ed equo per l'Ue e Gb e testimonia il nostro impegno a trovare soluzioni"

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.