Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Brexit: May ai Comuni, accordo con Ue fatto al 95%

Theresa May con il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker all'ultimo vertice europeo tenutosi a Bruxelles.

Keystone/EPA/OLIVIER HOSLET

(sda-ats)

L'accordo di divorzio dall'Ue sulla Brexit è fatto "al 95%". Lo ha assicurato oggi la premier britannica Theresa May aggiornando i Comuni dopo l'ultimo vertice europeo, ma non senza ribadire che il nodo del confine in Irlanda resta per ora irrisolto.

E che il suo governo rifiuta ogni proposta europea di backstop (meccanismo di garanzia dello status quo) destinata a creare uno status doganale diverso fra Irlanda del Nord e resto del Regno.

"Non credo nessun primo ministro britannico lo possa accettare, e certo non io", ha tagliato corto Theresa May al riguardo.

Un'eventuale proroga della transizione post Brexit fra Regno Unito e Ue è un'opzione "alternativa" al backstop, clausola di salvaguardia prevista per mantenere l'Irlanda del Nord all'intero dell'unione doganale in caso di mancato o ritardato accordo sulla Brexit, ha detto la premier britannica Theresa May,

La premier ha precisato di non aver chiesto questa estensione, di non volerla e di non essersi "impegnata" in questa direzione, ma di considerarla come un'ipotesi sul tavolo solo nel caso sia la condizione per dare più tempo ai negoziati per arrivare a un accordo sulle relazioni future evitando il meccanismo di garanzia del backstop.

Un accordo che il governo di Londra confida possa sancire la nascita di uno "spazio doganale" comune fra Ue e l'intero Regno, senza distinzioni fra l'Irlanda del Nord e la Gran Bretagna.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.