Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il valico di Brogeda (foto d'archivio).

Keystone/ALESSANDRO DELLA BELLA

(sda-ats)

"Avevo paura della Brexit". Così un ingegnere greco di 33 anni si è giustificato con le Fiamme Gialle che lo hanno intercettato alla dogana di Brogeda, mentre usciva dalla Svizzera in auto, nella quale aveva nascosto 300'000 sterline.

Per timore del forte deprezzamento della valuta inglese in caso di una vittoria dei "sì", aveva deciso di prelevare in una banca elvetica tutti i suoi risparmi e portarli in Italia e, forse, in Grecia.

I finanzieri italiani si sono insospettiti quando l'ingegnere ha detto di non avere nulla da dichiarare. Del denaro trasportato illecitamente (la parte che eccede i 9'999 euro) è stato sequestrato immediatamente il 50%, per un importo di 193'987,97 euro. I soldi erano nascosti in diversi punti della sua Bmw, in varie intercapedini e pure sotto il tappetino.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS