Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon

KEYSTONE/AP PA/RUSSELL CHEYNE

(sda-ats)

Il parlamento scozzese ha votato in maggioranza a favore della richiesta di un referendum bis sulla secessione da Londra in risposta alla Brexit. La proposta era stata presentata dalla premier e leader indipendentista dell'Snp Nicola Sturgeon.

La mozione è stata approvata per 69 voti contro 59. Lo Scottish National Party della leader Nicola Sturgeon ha ricevuto il sostegno fondamentale dei Verdi scozzesi. Contrari invece gli altri partiti: conservatori, laburisti e libdem. Il documento chiede di indire una nuova consultazione popolare sull'indipendenza dal Regno Unito entro i due anni, il periodo indicato per i negoziati sulla Brexit.

"Il voto di oggi deve essere rispettato - ha detto Sturgeon - Il mandato per il referendum è fuori questione". Per la "first minister", sarebbe "insostenibile" l'opposizione di Londra alla volontà espressa democraticamente da Edimburgo.

Sturgeon si prepara quindi a compiere il passo successivo, l'approccio formale nei confronti del governo britannico "nei prossimi giorni, dopo che l'articolo 50 è stato attivato", per chiedere il nuovo referendum.

Dal canto suo la premier britannica Theresa May, tramite un suo portavoce, risponde picche: "Non apriremo i negoziati sulla proposta della Scozia". "Ora non è il momento giusto", ha ribadito il primo ministro, riferendosi all'inizio dei negoziati sulla Brexit.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS