Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La presidente della commissione federale contro il razzismo, Martine Brunschwig Graf, è preoccupata per l'aumento dei commenti razzisti e antisemiti sulle reti sociali come Facebook. In un'intervista pubblicata oggi dalla "SonntagsZeitung", l'esponente PLR lancia un appello affinché la Confederazione reagisca.

"Abbiamo raggiunto un livello tale che le autorità devono intervenire", affermato l'ex consigliera nazionale ginevrina. "Berna deve dialogare con Facebook affinché reagisca più rapidamente ai propositi razzisti".

"Dobbiamo impedire che le dichiarazioni punibili penalmente restino su Facebook o altri social network", rileva ancora Brunschwig Graf. A suo avviso si tratta di una questione cruciale per la commissione, che deve lavorare assieme ad altri organi federali per trovare una soluzione.

Razzismo e antisemitismo non sono una novità online, aggiunge la presidente della commissione, ma si sono intensificati. "Oggi c'è un'assenza di tabù che non abbiamo mai riscontrato finora", precisa, rilevando come molte persone non sappiano che ciò che scrivono su Facebook è di carattere pubblico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS