Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La fuga di Salah Abdeslam è terminata dove è cominciata, a Molenbeek, il quartiere dove è nato. Anzi probabilmente il terrorista più ricercato d'Europa, 26 anni, in fuga dalla strage del 13 novembre a Parigi, non si è mai mosso da Bruxelles.

Il sospettato-chiave degli attentati di Parigi è stato ferito a una gamba e arrestato nel corso di una massiccia operazione anti-terrorista nel quartiere di Bruxelles. Le sue impronte e il suo Dna erano state ritrovate nell'appartamento di Forest, dove martedì c'è stato un blitz delle teste di cuoio belghe.

E proprio la fuga di notizia su queste tracce ha fatto precipitare la situazione: la polizia ha così anticipato l'operazione originariamente pensata per domani, che ha portato alla sua cattura.

Con Salah sono state arrestate altre quattro persone, ha indicato la procura federale dopo dichiarazioni in questo senso del premier belga Charles Michel in una conferenza stampa con il presidente francese François Hollande, che si trovava a Bruxelles per il vertice Turchia-Ue sui migranti. Michel ha assicurato che nel covo preso d'assalto dalle forze speciali non c'è nessun altra persona asserragliata e sono in corso perquisizioni per analizzare il luogo dove Salah era nascosto.

Nel corso della conferenza stampa non ci sono stati riferimenti ad un uomo morto nel blitz nell'appartamento al numero 79 di rue Quatre Vents e in precedenza identificato dai media locali come Monir Alahaj Ahmed.

Secondo le ricostruzioni della stampa belga, l'operazione di polizia è cominciata intorno alle 14 ora locale. La soffiata che ha consentito di individuare Salah è arrivata da un uomo di cui non è stata rivelata l'identità. Salah, ferito a una gamba, è stato già trasferito in un ospedale dalla regione di Bruxelles, e sarà interrogato appena possibile.

La sua difesa sarà assunta da Sven Mary, uno dei migliori avvocati di Bruxelles, noto per aver già lavorato a casi come quello della banca belga Fortis; la richiesta, ha spiegato lo stesso legale, è stava avanzata da persone vicine ad Abdeslam. Anche un complice ferito durante il blitz è stato ricoverato con Salah in un ospedale di massima sicurezza nella regione di Bruxelles. Il ferito, sempre secondo i media, si chiama Soufyane Kayal ed è legato all'algerino Mohamed Belkaid, ucciso martedì nella sparatoria a Forest.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS