Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I fratelli Abdeslam non sono stati sorvegliati come avrebbero dovuti dai servizi antiterrorismo per mancanza di mezzi finanziari, cosa che ha portato alla chiusura del loro dossier sebbene fossero sospettati di un'imminente partenza per la Siria.

È quanto rivela il quotidiano belga "Le Soir", che ha preso conoscenza di un rapporto confidenziale del comitato di valutazione dell'operato della polizia.

Salah e Brahim vengono sentiti a inizio 2015 dalla polizia, ma il loro caso finirà tra i "dossier rossi", ovvero quelli urgenti ma per cui non ci sono le risorse finanziarie per occuparsene. Tutte le cellule antiterrorismo belghe vengono contattate, ma tutte rispondono di non avere il personale per sorvegliare i due fratelli.

Il 21 aprile 2015, nemmeno 7 mesi prima degli attentati di Parigi dove parteciperanno entrambi e in cui Brahim si farà esplodere al caffé Comptoir Voltaire, il loro dossier viene quindi chiuso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS