Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Naijim Laachraoui è stato identificato tramite il suo dna come il secondo kamikaze dell'aeroporto di Zaventem. Lo riferisce la tv francese iTélé, citando proprie fonti giudiziarie.

Le fonti confermano peraltro l'identificazione del terzo attentatore suicida di Bruxelles, noto come l'artificiere degli attacchi di Parigi.

Laachraoui è dunque l'uomo a sinistra nella foto tratta dalle telecamere di sorveglianza dell'aeroporto e diffusa ieri dalla polizia belga, che spinge un carrello bagagli insieme agli altri due.

Al centro nella stessa immagine, l'altro kamikaze, Ibrahim el Bakraoui, identificato dalle impronte digitali.

A destra infine il terzo uomo - con la giacca chiara e il cappello sulla testa - che è fuggito dopo aver lasciato il suo borsone con l'esplosivo e che non è stato ancora identificato.

Un quarto terrorista degli attacchi di ieri è invece il fratello di Ibrahim, Khalid Bakraoui, che si è fatto esplodere nella metropolitana di Maelbeek.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS