Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Najim Laachraoui è stato l'artificiere degli attentati di Bruxelles e anche di Parigi. La conferma viene dall'ultimo numero del magazine di propaganda dell'Isis, 'Daqib', che celebra gli attacchi di Bruxelles e i suoi autori.

La rivista rende omaggio anche ai fratelli kamikaze di metro e aeroporto di Bruxelles, Khalid e Ibrahim El Bakraoui, e racconta come i due siano diventati jihadisti in prigione e siano stati loro a trovare armi ed esplosivo.

Nelle foto sotto il titolo di "I cavalieri della Shahadah (testimonianza, ndr) in Belgio" anche il terrorista algerino Mohamed Belkaid, che aveva partecipato agli attacchi di Parigi ed è stato ucciso dalle forze speciali nella sparatoria di Forest, tre giorni prima dell'arresto di Salah Abdeslam, che viene menzionato come uno dei 'fratelli' riuscito a scappare grazie al suo intervento. Laachraoui, il cui nome di battaglia era Abu Idriss, conferma poi Daqib, era invece arrivato in Siria nel 2013.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS