Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Ritorniamo alla vita normale a Bruxelles e in Belgio, il messaggio è che abbiamo messo tutto in atto per arrivare a questo". Così il premier belga Charles Michel in una conferenza stampa ad hoc, con il presidente della regione di Bruxelles Capitale Rudi Vervoort.

Quest'ultimo ha assicurato che la capitale del Paese "resta in piedi" dopo gli attentati del 22 marzo.

"Tutto è aperto" a Bruxelles, dalle scuole ai musei, dai cinema ai caffè e tutti gli eventi sono mantenuti "con un monitoraggio della sicurezza caso per caso fatto dalla polizia", hanno sottolineato i due politici, ricordando che l'aeroporto di Zaventem sta riprendendo le attività mentre "l'obiettivo è che l'intera rete metro sia riaperta dalla prossima settimana" con misure di sicurezza aumentate con "pattuglie miste" di poliziotti e militari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS