Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Ieri abbiamo forse vinto una battaglia contro l'oscurantismo ma la guerra non è finita": lo ha detto il premier belga, Charles Michel, dopo l'arresto di Salah Abdeslam e di alcuni dei suoi complici.

Rivolgendosi alla stampa al termine del consiglio nazionale di sicurezza a Bruxelles Michel ha spiegato che la procedura di estradizione del terrorista in Francia si farà "nel quadro della legge" e ha precisato che l'arresto è stato possibile grazie al lavoro di 300-400 inquirenti.

Il premier ha anche ringraziato la popolazione di Molenbeek e Forest per "la calma" di cui hanno dato prova.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS