Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una guardia della sicurezza ad una centrale nucleare di Charleroi, a 50 chilometri da Bruxelles, è stata uccisa due giorni dopo gli attentati di Bruxelles e le è stato derubato il badge d'ingresso al sito.

Lo riferisce il quotidiano belga Dernière Heure citando fonti della polizia.

In base a quanto ha appreso l'agenzia di stampa italiana Ansa, la guardia stava portando fuori il cane quando è stata ferita a morte da un colpo di pistola alla testa.

Il suo pass d'ingresso alla centrale nucleare è stato rubato e questo ha allertato gli investigatori. Giovedì è emerso che tra gli obiettivi dei due fratelli kamikaze dell'aeroporto di Bruxelles, Khalid e Ibrahim El Bakraoui, ci potessero essere - ricorda il giornale - anche attacchi ad alcuni siti nucleari del Paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS