Navigation

BS: respinta iniziativa dell'UDC su sicurezza

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 febbraio 2012 - 16:19
(Keystone-ATS)

I cittadini di Basilea Città hanno nettamente respinto oggi un'iniziativa promossa dal'UDC in favore di una maggiore presenza della polizia per strada. Pure bocciate in votazione sia un'iniziativa che chiedeva di levare la limitazione del numero dei posteggi sui terreni privati, sia il relativo controprogetto. La partecipazione al voto è stata del 36,85%.

Il primo oggetto è stato respinto con 21'482 voti contro 17'844. Per quanto riguarda il secondo, i "no" sono stati 23'887, contro 13'656 "sì". Il controprogetto è stato affossato con un risultato di 19'464 a 16'272.

L'iniziativa dell'UDC "per un cantone sicuro", esigeva un aumento di almeno il 30% delle ore di presenza per strada delle forze dell'ordine in uniforme. Per raggiungere l'obiettivo, secondo i fautori del testo sarebbe stato necessario ingaggiare 120 poliziotti supplementari.

Contrario, il governo aveva spiegato che a Basilea il numero di delitti per abitante risulta inferiore a Ginevra, Losanna, Berna e Zurigo. Aveva inoltre fatto notare di aver previsto il rafforzamento degli effettivi di polizia nei punti caldi dell'agglomerato. Fra il 2012 e il 2015 il cantone assumerà 45 agenti in più.

L'iniziativa lanciata dalla Camera di commercio denominata "Sì al posteggio sui terreni privati", chiedeva di abolire le attuali limitazioni in materia. Governo e parlamento si erano detti contrari e avevano elaborato un controprogetto che avrebbe reso possibile incrementare del 20% il numero dei posteggi vicino agli uffici e agli stabili industriali, in caso di carenza di posti nei paraggi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?