Navigation

BS: uomo con problemi psichici sempre sul tetto

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2011 - 18:26
(Keystone-ATS)

Continua a tenere i basilesi con il fiato sospeso un forsennato che ieri mattina alle 10 dopo una serie di atti di vandalismo si è rifugiato sul tetto di una casa nel quartiere Bruderholz e si è messo a gettare in strada tegole e oggetti vari. La circolazione è tuttora bloccata nei pressi dell'edificio, compresa quella dei tram.

Da ieri sul posto sono intervenute 50-70 persone - tra poliziotti, pompieri, psicologi e psichiatri che già conoscevano l'individuo, affetto, a quanto sembra, da turbe ossessive. Nessuno è però riuscito a calmarlo. Nemmeno i famigliari. E neppure un monaco buddista, il cui aiuto è stato chiesto perché l'uomo - uno svizzero di 31 anni secondo informazioni di stampa - sarebbe un adepto di religioni orientali e avrebbe mostrato dal tetto un simbolo buddista.

Ogni sforzo finora intrapreso è rimasto vano, ha indicato il Dipartimento della sicurezza di Basilea Città. Durante la notte, le forze dell'ordine hanno tenuto sveglio il forsennato per evitare che cadesse dal tetto per la stanchezza. I pompieri hanno cercato di collocare un telone di salvataggio sulla strada sottostante, ma lo squilibrato ha reagito con imprecazioni e nuovi lanci di tegole, appostandosi anche su un camino, e il telone è stato rimosso. La polizia ha smesso di fornirgli sigarette e bibite.

Intanto, il traffico dei tram 15 e 16 lungo la Bruderholzstrasse, a poca distanza dalla stazione centrale, rimane fermo. Per i passeggeri sono stati messi a disposizione bus sostitutivi. Si ignorano per il momento i motivi che hanno indotto l'uomo a rifugiarsi sul tetto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?