Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La banca BSI potrebbe sbarcare in borsa: stando alla Reuters il gruppo assicurativo italiano Generali starebbe valutando alternative alla prevista vendita della sua controllata con sede a Lugano.

Immaginabile - secondo non meglio precisate fonti vicine al dossier citate dall'agenzia - sarebbe la quotazione in borsa dell'istituto. Nulla è però stato ancora deciso, hanno precisato le fonti. Contattata dalla Reuters, Generali non ha voluto esprimersi sul tema.

Della cessione di BSI (ex Banca della svizzera italiana) si parla ormai da tempo. Un anno fa il direttore finanziario di Generali aveva fatto sapere che il processo di vendita era iniziato. Da allora si sono accavallate le voci - tutte non confermate - su possibili acquirenti: si è fatto fra l'altro i nomi di Julius Bär, Royal Bank of Canada, Union Bancaire Privée, Apax e di investitori asiatici.

Il problema sembra essere costituito dal prezzo che Generali è determinata a spuntare. In agosto il presidente della direzione Mario Greco aveva parlato di BSI come di un "buon asset" che andava "valorizzato bene".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS