BSI non prevede tagli di organico in seguito alla vendita dell'istituto a BTG Pactual da parte di Generali. Sono in corso processi di ristrutturazione, ma lo erano già prima di questa operazione, ha spiegato in una conferenza stampa a Lugano il vicepresidente del consiglio di amministrazione Eugenio Brianti.

La banca ticinese, che impiega circa 2000 persone di cui 1385 in Svizzera, sarà aggregata al gruppo brasiliano come entità a sé stante. La fusione rappresenta un'opportunità per sviluppare sinergie di prodotti e di servizi, ha spiegato il responsabile finanziario (CFO) di BTG Marcelo Kalim. "Non siamo in una logica di riduzione dei costi", ha aggiunto. L'ambizione della società latino-americana è trasformare BSI in un leader internazionale nella gestione di attivi: per farlo saranno messe a disposizione "le risorse necessarie".

Da parte sua BTG Pactual non ha intenzione di cessare l'attività della sua succursale elvetica a Ginevra, che dà lavoro a 21 dipendenti. Non vi sono infatti doppioni, ha precisato Kalim.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.