Navigation

BSI chiude buon 2009, effetti limitati scudo fiscale

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 marzo 2010 - 14:51
(Keystone-ATS)

LUGANO - Il gruppo BSI (Generali) ha archiviato il 2009 con un utile netto in crescita dell'1,8% a 103,2 milioni di franchi. In una nota odierna, la banca precisa che i patrimoni in gestione sono rimasti invariati da un anno all'altro a 78,1 miliardi di franchi, "nonostante gli effetti dello scudo fiscale italiano".
I patrimoni prelevati a causa dello scudo fiscale sono stati compensati dall'afflusso di nuovi fondi e dalla buona performance dei mercati, ha dichiarato Alfredo Gysi, CEO di BSI. "Molti clienti italiani hanno approfittato del rimpatrio giuridico", ha precisato Gysi. Ciò significa che questi patrimoni dichiarati al fisco italiano continuano ad essere amministrati in Svizzera.
La BSI giudica positivamente l'esercizio scorso, in particolare tenuto conto del contesto difficile. L'utile lordo si è attestato a 273,2 milioni di franchi, in crescita del 54%. Quanto al risultato netto, l'incremento dell'1,8% si spiega con i costi dovuti all'integrazione della Banca del Gottardo e con gli accantonamenti per rischi connessi all'attività bancaria.
La BSI intende proseguire con la propria espansione all'estero, in particolare sui mercati asiatici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?