Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LUGANO - Il gruppo BSI (Generali) ha archiviato il 2009 con un utile netto in crescita dell'1,8% a 103,2 milioni di franchi. In una nota odierna, la banca precisa che i patrimoni in gestione sono rimasti invariati da un anno all'altro a 78,1 miliardi di franchi, "nonostante gli effetti dello scudo fiscale italiano".
I patrimoni prelevati a causa dello scudo fiscale sono stati compensati dall'afflusso di nuovi fondi e dalla buona performance dei mercati, ha dichiarato Alfredo Gysi, CEO di BSI. "Molti clienti italiani hanno approfittato del rimpatrio giuridico", ha precisato Gysi. Ciò significa che questi patrimoni dichiarati al fisco italiano continuano ad essere amministrati in Svizzera.
La BSI giudica positivamente l'esercizio scorso, in particolare tenuto conto del contesto difficile. L'utile lordo si è attestato a 273,2 milioni di franchi, in crescita del 54%. Quanto al risultato netto, l'incremento dell'1,8% si spiega con i costi dovuti all'integrazione della Banca del Gottardo e con gli accantonamenti per rischi connessi all'attività bancaria.
La BSI intende proseguire con la propria espansione all'estero, in particolare sui mercati asiatici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS