Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Bucher Industries ha registrato un calo delle vendite del 10,6% nei primi nove mesi dell'anno, a 1,89 miliardi di franchi. In moneta locale il fatturato del gruppo zurighese è sceso del 3,8%.

Le entrate di ordinazioni sono diminuite dell'11% rispetto allo stesso periodo del 2014, a 1,78 miliardi di franchi, ha indicato il gruppo con sede a Niederweningen e attivo in vari settori, fra cui i macchinari agricoli e i veicoli in dotazione ai servizi tecnici comunali. Le commesse in portafoglio sono calate del 7,5% in un anno a 627,7 milioni. Il numero dei dipendenti è stato ridotto del 4,6% a 11.222.

I principali mercati sono evoluti in maniera eterogenea. A livello di divisioni: in quella principale - Kuhn Group (macchinari agricoli) - le vendite sono calate del 14,3% (-6,3% in valute locali) a 845,8 milioni di franchi.

Nel comparto Bucher Municipal (veicoli per i servizi tecnici comunali) il giro d'affari è sceso del 9% (-2,9%) a 269 milioni, mentre Bucher Hydraulics ha subito una contrazione del 3,2% a 353,2 milioni.

Anche le due divisioni più piccole sono state confrontate a una diminuzione delle vendite: Bucher Emhart Glass del 6,8% (+3,1% a tassi di cambio costanti) a 245,7 milioni e Bucher Specials del 12,3% (-7,8%) a 209,4 milioni.

Per l'insieme dell'esercizio, Bucher Industries prevede una contrazione del fatturato e dell'utile operativo (EBIT) in valute locali. Il corrispondente margine dovrebbe situarsi al di sotto del primo semestre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS