Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I candidati del partito conservatore Gerb al governo hanno vinto largamente i ballottaggi delle amministrative svoltesi oggi in Bulgaria, stando agli exit poll diffusi alla chiusura delle urne.

Già nel primo turno di domenica scorsa il partito conservatore si era affermato in numerosi centri dove si era votato.

Il ballottaggio per i sindaci si è svolto in 5 grandi città e in altri 1.128 centri abitati. Secondo la Commissione elettorale l'affluenza alle urne è risultata oggi del 33,4%, rispetto al 53,6% del primo turno di domenica scorsa, un valore estremamente basso che dimostra, secondo gli osservatori, una crescente apatia e disinteresse politico in Bulgaria, il Paese più povero dell'Ue.

I risultati dimostrano al tempo stesso una sconfitta senza precedenti per il Partito socialista bulgaro, che ha perso praticamente tutte le sue roccaforti. Dalla caduta del regime comunista in Bulgaria, nel 1989, è la settima volta che sono stati democraticamente eletti sindaci e giunte comunali e la terza dopo l'ingresso del Paese nell'Unione europea, il primo gennaio 2007.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS