Tutte le notizie in breve

L'affluenza alle elezioni politiche di oggi in Bulgaria è risultata del 25,31% alle 13.00 locali (12 svizzere). Ne ha dato notizia la commissione elettorale a Sofia. Le urne chiuderanno alle 20.00 locali (19.00).

Si tratta del primo test elettorale in un paese Ue dopo la firma ieri della Dichiarazione di Roma in occasione delle celebrazioni nella capitale italiana per il 60esimo anniversario della sigla dei Trattati. I due maggiori partiti che si contendono la maggioranza in parlamento, il partito conservatore Gerb e il Partito socialista bulgaro (Bsp), sono in sostanza entrambi europeisti, con la differenza che i socialisti si mostrano più morbidi con Mosca e auspicano l'abolizione delle sanzioni contro la Russia.

Una delle sorprese del voto odierno potrebbe essere l'ingresso in parlamento del partito Volia dell'imprenditore Vesselin Mareshki che supererebbe lo sbarramento del 4 per cento.

Finora le operazioni di voto si sono svolte in calma e tranquillità e non si sono registrati ulteriori incidenti per quello che viene definito il "turismo elettorale", ovvero il massiccio arrivo in Bulgaria dalla Turchia di persone di etnia turca con passaporto bulgaro, intenzionate a votare per le formazioni politiche che sono espressione della minoranza turca in Bulgaria. Questo fenomeno ha provocato nei giorni scorsi proteste e il blocco della frontiera tra Bulgaria e Turchia da parte di attivisti della coalizione nazionalista bulgara "Patrioti uniti".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve