Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Carburante fornito dall'Isis viene venduto nelle stazioni di servizio in Bulgaria: lo scrive in prima pagina il quotidiano di Sofia Trud citando fonti dei servizi doganali. La segnalazione sarebbe arrivata dai servizi speciali di paesi partner della Bulgaria.

Da alcuni giorni, infatti, si stanno svolgendo meticolosi controlli nei distributori di benzina in tutto il Paese. Il servizio di sicurezza bulgaro (Dans) però non ha voluto commentare la notizia.

Secondo quanto si legge sul giornale, il carburante di contrabbando dello Stato Islamico verrebbe caricato su petroliere in Turchia per poi essere trasportato con documenti falsi in Grecia e venduto infine anche in Bulgaria. Il canale per le forniture della benzina di contrabbando sarebbe stato intercettato grazie anche alle foto satellitari inviate alle autorità di Sofia dagli Usa e dalla Russia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS