Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Per ora non ci sono indicazioni di un eventuale aumento del flusso migratorio verso i confini della Bulgaria". Lo ha dichiarato oggi a Sofia il ministro degli Esteri, Daniel Mitov.

"Il rischio naturalmente esiste ma già da tempo noi lo abbiamo ben valutato e abbiamo rafforzato il monitoraggio dei nostri confini con reparti dell'esercito", ha aggiunto. Mitov ha spiegato che sono stati raggiunti accordi concreti con le autorità greche e turche per un "sistema congiunto di avvistamento di eventuali pressioni migratorie ai confini bulgari". Il ministro ha rassicurato che il governo bulgaro è preparato "dal punto di vista logistico e finanziario per affrontare eventuali rischi del genere".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS