Navigation

Bulgaria: proteste contro aumento età pensione

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2011 - 17:32
(Keystone-ATS)

Oltre 30 mila persone, rispondendo a un appello dei due maggiori sindacati bulgari - Podkrepa e Knsb -, hanno manifestato oggi a Sofia davanti al parlamento per protestare contro l'intenzione del governo conservatore di Boyko Borissov di introdurre drastici cambiamenti nel sistema pensionistico.

I dimostranti hanno chiesto le dimissioni del ministro delle Finanze, Simeon Dyankov, il quale a sorpresa ha proposto, in vista della seconda lettura della finanziaria in parlamento, di aumentare di un anno l'età pensionistica a partire dal primo gennaio 2012 (da 60 a 61 anni per le donne e da 63 a 64 anni per gli uomini).

La riforma pensionistica, concordata con i sindacati, avrebbe dovuto prendere il via nel 2021. Un'altra proposta del governo, contestata dai sindacati, è quella di abolire i premi per anzianità di servizio, che ogni mese si aggiungono agli stipendi dei bulgari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?