Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro bulgaro Boyko Borissov (a sinistra) denuncia l'atteggiamento di Onu e Ue.

KEYSTONE/AP/VALENTINA PETROVA

(sda-ats)

"Ho letto cose mostruose sulla Bulgaria, che non corrispondono alla verità". Il premier della Bulgaria, Boyko Borissov ha attaccato l'Ue, l'Onu e la stampa internazionale sul caso della giornalista bulgara stuprata e uccisa.

I media internazionali, spiega, hanno motivato frettolosamente l'omicidio con le indagini di Viktoria Marinova su un presunto abuso di fondi dell'Ue, sostenendo al tempo stesso che in Bulgaria è soffocata la libertà di parola e che dilaga la corruzione.

Simili posizioni sono state espresse da Bruxelles, Onu e dall'ambasciata degli Usa a Sofia, ha proseguito il premier che si è chiesto se in nessun altro Paese nel mondo succedano simili omicidi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS