Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 2014 è la Bulgaria, seguita da Romania e Croazia, il Paese più povero d'Europa stando al nuovo indicatore di Eurostat che misura il benessere delle famiglie, cioè il consumo individuale effettivo (Aic).

L'indicatore nel 2014 tocca il suo massimo in Lussemburgo, dove è del 40% superiore alla media Ue. Germania e Austria sono del 20% sopra la media, seguite da Danimarca, Belgio, Svezia, Regno Unito, Finlandia, Francia e Olanda, con livelli tra il 10% e il 15% superiori alla media Ue.

In Italia, Irlanda, Cipro e Spagna, l'indicatore è invece sotto la media Ue del 10%. Per Grecia, Portogallo e Lituania scende sotto la media tra il 10%-20%. Continuando a scendere (20-30% sotto la media Ue) troviamo Malta, Repubblica Ceca, Polonia, Slovenia e Slovacchia.

Peggio (30-40% sotto la media Ue) ci sono Estonia, Lettonia e Ungheria, mentre per Croazia e Romania l'indicatore si è fermato tra il 40%-45% sotto la media, e per la Bulgaria era inferiore del 50%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS