Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Bundestag ha riconosciuto il genocidio armeno.

KEYSTONE/AP/MICHAEL SOHN

(sda-ats)

Il Bundestag, la 'camera bassa' del Parlamento tedesco, ha adottato una risoluzione che riconosce il genocidio degli armeni in epoca ottomana, una votazione destinata a irritare fortemente la Turchia.

I deputati tedeschi si sono espressi a stragrande maggioranza per riconoscere il genocidio. Solo un deputato ha votato contro e un altro si è astenuto. Il voto è stato fatto per alzata di mano e dunque i voti a favore del testo non sono stati conteggiati.

A poche ore dal voto, il premier turco, Binali Yildirim, aveva detto che l'iniziativa del Parlamento tedesco avrebbe messo alla prova "l'amicizia" tra Germania e Turchia. La Turchia in questo momento ha un ruolo cruciale su una serie di dossier, a cominciare dalla crisi migranti.

Il testo riconosce come "genocidio" - un termine che la Turchia rifiuta - la morte di migliaia di persone (tra le 800mila e il milione e mezzo) appartenenti alla minoranza cristiana di Armenia nei massacri del 1915 e riconosce anche la responsabilità della Germania in quella tragedia, in quanto all'epoca il Paese era alleato dell'Impero ottomano.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS