Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Burkhalter a Roma, auspichiamo rapido accordo con Italia

La Svizzera spera di concludere "presto l'accordo fiscale con l'Italia sull'intero pacchetto che riguarda il regolamento del passato, lo scambio di informazioni, le liste nere e i frontalieri". Lo ha detto oggi il presidente della Confederazione e ministro degli affari esteri Didier Burkhalter riferendo in conferenza stampa del suo incontro di stamane con il presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi e con la ministra degli esteri Federica Mogherini a Roma.

Con Renzi, "abbiamo parlato in modo diretto e franco", ha detto Burkhalter aggiungendo di ritenere che vi siano "reali possibilità di accordo", ma il pacchetto deve essere "coerente" per entrambi i paesi.

Stando a un comunicato del Dipartimento federale degli esteri (DFAE) a Berna, nel colloquio tra Renzi e Burkhalter l'accento è stato posto sull'importanza di un approccio costruttivo da parte dei due Paesi al fine di disciplinare "in maniera coerente ed equilibrata" le questioni fiscali bilaterali.

Il presidente della Confederazione ha convenuto di portare avanti le discussioni tecniche per ottenere un intesa articolata in tre punti: regolamento del passato, scambio d'informazioni e liste nere, trattamento della questione dei frontalieri. A tale scopo ha invitato il premier italiano a compiere una visita in Svizzera per approfondire la questione fiscale.

Quanto alla politica elvetica nei confronti dell'UE, Burkhalter ha evidenziato l'interesse reciproco di Berna e Bruxelles a preservare e a consolidare la via bilaterale. Ha inoltre riaffermato che la volontà del Consiglio federale è di proseguire i negoziati in corso.

Sempre stando al comunicato del DFAE, sul piano bilaterale Burkhalter e Renzi hanno rilevato quanto siano stretti i legami che uniscono i due Paesi, partner strategici in svariati settori quali le infrastrutture, i trasporti e l'energia e si sono detti particolarmente soddisfatti dei numerosi contatti ad alto livello durante gli ultimi mesi.

Con l'Esposizione universale del 2015 a Milano - all'insegna del motto "Nutrire il pianeta, Energia per la vita" - e l'apertura della galleria di base del San Gottardo nel 2016, non mancheranno le occasioni per intensificare scambi proficui e durevoli, rileva il DFAE.

Tra i temi discussi nei colloqui romani, anche con la ministra degli esteri italiana Federica Mogherini, non poteva mancare la politica internazionale, in particolare la situazione in Ucraina, alla luce del ruolo svolto dall'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE). In quanto presidente in carica dell'OSCE, Burkhalter ha messo in evidenza il fatto che uno stretto coordinamento tra quest'ultima e l'UE è indispensabile per contribuire a risolvere la crisi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.