Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Su invito del segretario di Stato americano John Kerry, il 13 e 14 agosto Didier Burkhalter sarà a Cuba per la riapertura dell'ambasciata Usa all'Avana, ma ha anche in programma un colloquio con il ministro degli esteri cubano su riforme, cooperazione e diritti umani.

Venerdì è prevista la cerimonia solenne per la riapertura della missione degli Stati Uniti nella capitale cubana, dopo la recente distensione tra i due Paesi. Le relazioni diplomatiche tra USA e Cuba erano state interrotte nel 1961 e da allora, su richiesta degli Stati Uniti, la Svizzera aveva assunto il mandato di potenza protettrice a Cuba, rappresentandovi gli interessi statunitensi.

Dal 1961 al 1977 la Svizzera ha inoltre svolto un ruolo attivo nella mediazione tra i due Paesi, con un mandato che si spingeva ben oltre la fornitura dei classici servizi consolari. A Cuba, la Svizzera e i suoi diplomatici hanno rappresentato un importante canale di comunicazione con gli USA, contribuendo ad allentare le tensioni nelle fasi "calde" della guerra fredda, rileva in una nota odierna il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

In seguito a un accordo del 1977 tra gli USA e Cuba che consentiva a ognuno dei due Paesi di gestire una sezione per la tutela dei propri interessi sul territorio della controparte, il ruolo della Svizzera in qualità di potenza protettrice si è ridotto essenzialmente agli aspetti formali. Con la ripresa delle relazioni diplomatiche il 20 luglio scorso, il mandato si è concluso.

In segno di stima per l'opera svolta, ma anche di amicizia nei confronti della Svizzera, Kerry ha invitato Burkhalter alla cerimonia di riapertura dell'ambasciata. I due hanno in programma anche un colloquio.

Alla vigilia della cerimonia sono previsti colloqui ufficiali tra il capo del DFAE e il ministro degli esteri cubano Bruno Rodríguez Parrilla. Si tratta della prima visita a Cuba a livello ministeriale.

Le relazioni tra la Svizzera e Cuba sono buone. Cuba è un Paese prioritario della Direzione dello sviluppo e della cooperazione, che è impegnata soprattutto nel settore della decentralizzazione. I rapporti economici tra i due Paesi sono ancora limitati, ma esiste un potenziale di sviluppo. Nel 2014 la Svizzera ha importato merci da Cuba per un valore di 31,2 milioni di franchi, mentre le esportazioni verso questo Paese hanno raggiunto quota 17,8 milioni di franchi. Tra gli altri temi in discussione figurano le prossime fasi del processo di avvicinamento tra Cuba e gli Stati Uniti, le riforme a Cuba, la cooperazione multilaterale e i diritti umani.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS