Navigation

Burkhalter riceve Liberman

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2012 - 19:41
(Keystone-ATS)

Situazione nella regione del Medio Oriente - processo di pace e aspetti umanitari - e rapporti bilaterali sono stati i temi discussi oggi nell'incontro tra il consigliere federale Didier Burkhalter e il suo collega degli esteri israeliano Avigdor Liberman, in visita ufficiale di lavoro a Berna. Da registrare anche una manifestazione di protesta contro la visita, indetta dall'associazione Svizzera-Palestina.

Il colloquio si è svolto alla Casa von Wattenwyl. Burkhalter e Liberman hanno definito "eccellenti" le relazioni economiche, scientifiche e culturali tra i due Paesi. Israele è tradizionalmente il terzo mercato di esportazione in Medio Oriente per la Svizzera, dietro Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita. Gli scambi commerciali tra i due Paesi hanno raggiunto 1,4 miliardi di franchi nel 2011, cioè il 6,6% in più rispetto all'anno precedente.

Numerosi sono anche gli scambi commerciali e scientifici. In questo ambito i due ministri si sono detti d'accordo sulla necessità di rafforzare maggiormente la cooperazione a livello scientifico. Sia la Svizzera sia Israele possono contare su università assai ben posizionate a livello di ricerca europea.

Stato palestinese e pace in Medio Oriente

Nei colloqui tra le due delegazioni c'è stato ampio spazio al processo di pace in Medio Oriente. Il ministro elvetico ha colto l'occasione per ribadire l'opinione della Svizzera, secondo cui una pace giusta e duratura potrà essere ottenuta "solo con la creazione di uno Stato palestinese indipendente e vitale" che possa convivere in pace con lo Stato d'Israele "all'interno di frontiere sicure e riconosciute", si legge in un comunicato del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Manifestazione contro la visita

"Visiti la Palestina occupata signor Burkhalter, cammini lungo il muro, attraversi i valichi, si faccia un'idea sulla realtà e non se la lasci descrivere da un israeliano occupante". Questa la richiesta che l'associazione Svizzera-Palestina ha rivolto al consigliere federale, affermando che l'ospite israliano Avigdor Lieberman "non è benvenuto" in quanto - a giudizio dell'associazione - non rispetta il diritto internazionale e tantomeno quelli del popolo palestinese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?