Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tre suore missionarie saveriane italiane sono state uccise in Burundi, apparentemente nel corso di una rapina da parte di uno squilibrato.

L'assassino, un giovane probabilmente squilibrato visto fuggire con un coltello in mano, ha sgozzato almeno due delle missionarie e e si è accanito sul corpo di almeno una di loro con una pietra.

Le religiose vivevano nel convento della parrocchia cattolica Guido Maria Conforti. L'uomo ha sgozzato le prime due religiose e ha infierito con una pietra sul viso di almeno una di loro; poi nella notte è stata ritrovata morta anche la terza religiosa che aveva scoperto i cadaveri delle consorelle.

Prima sono state uccise l'80enne Olga Raschietti e la 73enne Lucia Pulici, poi la terza suora, Bernardetta Boggian.

Per ora le autorità non si sbilanciano sul movente del delitto Forse "il tragico esito di una rapina", ha ipotizzato la diocesi di Parma sul suo sito web, anche se il governo di Bujumbura ha precisato che "dalle prime indagini, il furto non sembra essere tra i motivi del crimine".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS