Navigation

Cacciatore svizzero fermato in dogana con armi e munizioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 luglio 2012 - 14:49
(Keystone-ATS)

I doganieri tedeschi hanno fermato al valico di Rheinheim, al confine con Bad Zurzach (AG), uno svizzero di 62 anni che nascondeva nella sua vettra due fucili da caccia e varie munizioni.

Le armi e le munizioni sono state sequestrate, indica oggi in una nota l'ufficio delle dogane di Singen (D). Prima di continuare il viaggio, il 62enne ha dovuto versare una cauzione di 700 euro (circa 840 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?