Il cadavere di una donna di origine svizzera e sposata con un tunisino è stato rinvenuto all'alba di martedì in un bosco in Tunisia, nel governatorato di Susa (nord-est). Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha confermato oggi la notizia apparsa sui siti online di "blick.ch" e "20 minutes".

L'informazione era stata precedentemente diffusa dal sito internet della radio locale "Jawhara FM". Il DFAE non ha fornito altri dettagli, ma ha indicato di "essere a conoscenza del caso" e di "essere in contatto con i famigliari della vittima", ha indicato un portavoce contattato dall'ats.

Secondo i media tunisini, il corpo della donna sarebbe stato trovato in una fossa. La cittadina svizzera era sposata con un tunisino. La coppia - sempre in base a quanto riferito da "Jawhara FM" - abitava nella località balneare di Chott Meriem, circa 50 km a sud della capitale Tunisi. Le circostanze della morte non sono ancora state chiarite. La polizia tunisina ha indicato a "blick.ch" di non sapere ancora se la donna sia stata vittima di un omicidio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.