Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il cadavere di una donna di origine svizzera e sposata con un tunisino è stato rinvenuto all'alba di martedì in un bosco in Tunisia, nel governatorato di Susa (nord-est). Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha confermato oggi la notizia apparsa sui siti online di "blick.ch" e "20 minutes".

L'informazione era stata precedentemente diffusa dal sito internet della radio locale "Jawhara FM". Il DFAE non ha fornito altri dettagli, ma ha indicato di "essere a conoscenza del caso" e di "essere in contatto con i famigliari della vittima", ha indicato un portavoce contattato dall'ats.

Secondo i media tunisini, il corpo della donna sarebbe stato trovato in una fossa. La cittadina svizzera era sposata con un tunisino. La coppia - sempre in base a quanto riferito da "Jawhara FM" - abitava nella località balneare di Chott Meriem, circa 50 km a sud della capitale Tunisi. Le circostanze della morte non sono ancora state chiarite. La polizia tunisina ha indicato a "blick.ch" di non sapere ancora se la donna sia stata vittima di un omicidio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS